mercoledì 8 ottobre 2014

Pizza all'italiana

L'altra sera a Report, programma condotto da Milena Gabanelli in onda su Rai3, hanno trasmesso un servizio di Bernardo Iovine dedicato alla pizza, il prodotto italiano più diffuso nel mondo.
Nell’inchiesta si sono affrontati vari aspetti riguardanti la pizza, come per esempio gli ingredienti utilizzati (farina, olio, mozzarella, pomodoro), ma si è anche analizzato il mercato delle pizze surgelate, i tipi di scatole per la pizza da asporto che vengono maggiormente utilizzate (anche se illegali!) e le abitudini, molto spesso sbagliate, dei pizzaioli nelle varie città italiane (Napoli, Venezia, Roma, Milano e Firenze).
 
Una puntata molto interessante, con informazioni utili per imparare a riconoscere una pizza buona, cioè fatta con ingredienti genuini e cotta in un forno curato, rispetto ad una di bassa qualità e pericolosa per la salute.
 
Consiglio pertanto di guardarla cliccando qui.


Potrebbe interessarti anche:
Il caffè non è più quello di una volta

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Se si può migliorare la pizza, basta istruire i pizzaioli. Qualche associazione di categoria può incaricarsi di ciò. Non sono scusabili gli scatolifici che, essendo ditte grosse, non possono non sapere che nelle scatole portapizza non è ammessa neanche una minima parte di carta riciclata. Anche il cartoncino semichimico marrone presentato in trasmissione contiene carta riciclata e non va bene. Lo dice l'unico produttore di carta semichimica italiano, la Ditta ALCE SPA, sul suo sito. Ecco il link http://www.alceicl.com/cartiera/it_impieghi.php. Anche se ne è una parte soltanto, la carta riciclata emette ftalati cancerogeni, lo dice in un suo studio il prof.Tateo dell'Università di Milano. Una buona soluzione è quella ideata dalla ditta GEC SRL (tel.3356177989), che è stata fatta vedere in trasmissione. Ovvero plastificare l'interno delle scatole da pizza con un film plastico atossico adatto al contatto diretto con gli alimenti. Ecco il link https://www.facebook.com/scatolepizzaxlaSalute Facendo così si rendono le scatole sicure e igieniche come i piatti di carta che usiamo per le feste dei nostri bimbi o i vassoi da pasticceria. Non vedo perchè se i piatti di carta vanno plastificati, non lo si debba fare con le scatole portapizza, visto che ormai abbiamo l'abitudine di mangiarci la pizza dentro.

Davide Bassan ha detto...

@Anonimo: la ringrazio per aver commentato il post scrivendo alcune osservazioni ed informazioni molto utili riguardanti, nello specifico, le scatole per il trasporto della pizza.