venerdì 29 maggio 2015

mercoledì 27 maggio 2015

Rimborsi elettorali, tesoretto di oltre 1,7 mld nelle casse dei partiti

Un tesoretto di oltre 1,7 miliardi di euro nelle casse dei partiti, accumulato negli ultimi 20 anni, costituito da quanto avanzato dai rimborsi elettorali previsti dalla legge, al netto delle spese certificate dai singoli schieramenti. E' quanto emerge dal dossier Sotto il materasso. Il finanziamento pubblico ai partiti dal 1994 ad oggi, realizzato da OpenPolis.
Per ogni tornata elettorale, dal 1994 a oggi, i soldi erogati come rimborso dallo Stato sono stati superiori a quelli effettivamente spesi dai partiti politici. Perché se da un lato le spese accertate in questi anni si attestano intorno ai 726,9 mln, lo Stato ha erogato come rimborso elettorale oltre 2,4 miliardi ai partiti politici. Un surplus che supera il miliardo e sette, accumulato soprattutto grazie alle politiche 2001, 2006 e 2008 che da sole hanno lasciato in eredità oltre un miliardo di euro.
L’apice è stato raggiunto per le politiche del 2001, in cui lo Stato ha sborsato 476 milioni di euro, a fronte di una spesa accertata di soli 49 milioni di euro (un surplus di oltre 400 milioni di euro). Negli anni, complessivamente, i partiti politici hanno incassato il 341% in più di quello che hanno speso.

Come saprete, l'unica forza politica presente in Parlamento che ha rinunciato ai rimborsi elettorali (42 milioni di euro!) è stato il MoVimento 5 Stelle.
Beppe Grillo, in questo post pubblicato sul suo blog, ha rilanciato l'idea del politometro ed ha proposto, probabilmente in modo un pò provocatorio, il #bonus5Stelle "e poi un bel bonus agli italiani dalle casse dei partiti. Ci devono 2,5 miliardi (ho aggiunto gli interessi) di finanziamenti pubblici illegittimi, gli elettori sono circa 50 milioni: 50 euro a testa. Lo chiameremo Bonus 5 Stelle, una tantum, offrono i partiti".


Ritieni questo post interessante? Puoi commentarlo e condividerlo. Grazie

lunedì 25 maggio 2015

L'Economia della Condivisione #sharingeconomy


Report ha parlato di Sharing Economy, l'"Economia della Condivisione".

Vi consiglio pertanto di guardare la puntata di ieri sera per scoprire o approfondire questo nuovo modello economico, capace di rispondere alle sfide della crisi e di promuovere forme di consumo più consapevoli.


Ritieni questo post interessante? Puoi commentarlo e condividerlo. Grazie

sabato 23 maggio 2015

sabato 16 maggio 2015

sabato 9 maggio 2015

#Marcia5Stelle per il reddito di cittadinanza


Oggi è il grande giorno della #Marcia5Stelle per il reddito di cittadinanza, l'evento organizzato dal MoVimento 5 Stelle per far conoscere la proposta e cercare di sensibilizzare l'opinione pubblica su questo importantissimo tema.

La marcia è iniziata a mezzogiorno da Perugia e terminerà stasera ad Assisi.
Migliaia le persone in cammino...

"La marcia di 19 chilometri da Perugia ad Assisi si è conclusa. L'abbraccio di 50.000 persone che credono nella dignità e nel diritto di tutti cittadini a non rimanere indietro mi ha scaldato il cuore. Il Reddito di Cittadinanza è la priorità del Paese. La nostra proposta di legge è pronta per essere discussa dal Parlamento e ha tutte le coperture finanziare necessarie. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato alla marcia e a tutti quelli che l'hanno seguita sul Blog e sui social: era come se foste lì con noi! In alto i cuori!" Beppe Grillo


Ritieni questo post interessante? Puoi commentarlo e condividerlo. Grazie

M5S, #5giornia5stelle, #labandadeglionesti: puntata del 09/05/2015

5giornia5stelle, il tg d'informazione sulle attività dei parlamentari del M5S: puntata del 09/05/2015

mercoledì 6 maggio 2015

Mattarella ha firmato l'Italicum

Sergio Mattarella ha firmato la "nuova" legge elettorale Italicum.
Il Presidente della Repubblica, secondo fonti del Quirinale, ha promulgato la legge elettorale Italicum senza porre note o osservazioni.

Entrerà in vigore dal primo luglio 2016.

Il MoVimento 5 Stelle giura battaglia. 
"Come previsto – scrive Danilo Toninelli, vicepresidente della commissione Affari Costituzionali alla Camera – Mattarella ha firmato l’Italicum, proprio come Ciampi firmò il Porcellum. 
Non ci stracciamo di certo le vesti. Le strade per affossarlo sono più d’una". 
"Prima fra tutte bocciare al Senato la schiforma del Senato a cui l’Italicum è vincolato da un legame di sangue. Subito dopo quella della campagna a favore del no al referendum confermativo in caso di approvazione della schiforma. Per finire con la strada dei ricorsi alla Corte Costituzionale".

Vedremo cosa succederà nei prossimi mesi.

lunedì 4 maggio 2015

L'Italicum è legge

L'Italicum, la riforma della legge elettorale tanto voluta da Renzi, è legge.
La Camera, con un voto a scrutinio segreto, ha approvato il provvedimento con 334 sì e 61 no.


Le opposizioni, d'accordo tra loro, prima del voto hanno abbandonato l’Aula.

L'appello del MoVimento 5 Stelle: "Mattarella non firmi!". 

E intanto si pensa già a preparare un referendum, una valida soluzione per cercare di eliminare questa pessima "nuova" legge elettorale.

sabato 2 maggio 2015

Expo Milano 2015 e la follia dei Black bloc


Ieri 1° Maggio è stato il grande giorno dell'inaugurazione dell'Expo di Milano, ma non solo. 
Infatti la giornata di ieri verrà ricordata anche, e soprattutto, per gli scontri tra le forze dell'ordine e il gruppo di violenti Black bloc che hanno devastato alcune zone della città. Fatti gravissimi, che hanno rovinato un giorno molto importante per l'Italia, indipendentemente da come si consideri l'Expo.

Ma ciò che più mi dispiace, oltre ovviamente a vedere Milano sfregiata, è che la follia dei vandali Black bloc ha compromesso ed oscurato mediaticamente il corteo MayDay con migliaia di persone del movimento No-Expo che volevano solamente manifestare pacificamente, divulgando le loro motivazioni contro l'esposizione universale milanese.

Inoltre temo che in questo modo, per la colpa dei deliquenti, il "No-Expo" sia diventato, per gran parte dell'opinione pubblica, sinonimo di persona violenta, e che questo porterà ad un depotenziamento dell'azione di protesta, utile e del tutto condivisibile, contro l'Expo di Milano.


Ritieni questo post interessante? Puoi commentarlo e condividerlo. Grazie

M5S, #5giornia5stelle, #fascistellum: puntata del 02/05/2015

5giornia5stelle, il tg d'informazione sulle attività dei parlamentari del M5S: puntata del 02/05/2015